EIFF – collettiva di arte contemporanea – Curantu

ECOLOGICO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

Collettiva di Arte Contemporanea  - Nardò

Un profondo bisogno di promulgare una nuova forma di evoluzione nel campo del design, strettamente legato a principi di sostenibilità ambientale ed economico sociale, danno corpo al “design for sustainability”.

L’architetto Gabriele Perrino ri-progetta una nuova etica del design, rivolto al ri-ciclo e ri-uso di materiali di risulta, che, partendo da concetti basici (dalla luce alla lampada, dal fuoco al camino…), passano dall’essenza all’esistenza reale di un oggetto.

Statue Danzanti, nate dalla fusione di metalli, che hanno contribuito alla costruzione di una scuola in India; le Bolle di polimeri; lo Skyline, concepito come lo spazio del pensatore ed infine, il vero protagonista di questa installazione, il “Curantu”, un camino, hand-made, che rientra nel patchwork design.

Oggetto di uso quotidiano, apparentemente inerte, interagisce continuamente con lo spazio circostante attraverso spiragli e giochi di riflessi creati dal rivestimento interamente costruito con placche d’acciaio, derivate da scarti industriali, usurate da fenomeni di ossidazione.

La sinergia di ognuno di questi elementi definisce un “living-room contemporaneo”, vissuto nella sua totalità e nella perpetua metamorfosi temporale.

… cosa nella contemporaneità spinge verso “l’innovazione”…

l’esperienza nel campo del design darebbe risposte come ” stretto legame tra tecnologie produttive e ricerca compositiva.

Una nuova etica in questo campo, nel tempo, ha parzialmente modificato la sensibilità verso la giustezza di alcune “gestualità progettuali” anzicchè altre.

Il design for sustainability, nella sua visione allargata sicuramente include l’idea di un oggetto o di un prodotto concepito attorno a concetti di sostenibilità ambientale e sicuramente economico e sociale.

Iniziative legate a concetti di ecodesign  possono facilmente essere raccontate negli straordinari stand del MADExpo e la divulgazione degli stessi concetti è facilmente riscontrabile nell’istituzione dei vari master in tema di “eco-design & eco-innovazione”.

A dimostrazione di ciò varie aziende nel mondo si affidano a giovani progettisti che dimostrano quelle capacità interpretative più prossime al concetto di “eco”.

E’ il caso di CURANTU, un mix tra processi industriali e processi artigianali fusi in un oggetto di uso quotidiano, un camino, progettato e realizzato dall’Arch. Gabriele Perrino nell’anno 2005 grazie al premio conseguito al Concorso Internazionale di Idee “Il Camino d’Autore” 1° edizione a Spoleto.

La realizzazione di CURANTU è basata su quei concetti di design for sustainability che uniscono le tecnologie di una azienda alla nuova etica del design volto al ri-cliclo, al ri-uso, al ri-pensare gli oggetti avvalendosi di materiali di “risulta”.

Posted: settembre 26th, 2009
Categories: iNstallazioni
Tags: , ,
Comments: No Comments.